prestazioni all'estero

TESTO UNICO NORMATIVO ASSILT 
PARTE II – PRESTAZIONI SANITARIE
(modalità di erogazione, contribuzione) 
aggiornamento 1-7-2017

Articolo 9) Spese mediche sostenute al di fuori del territorio nazionale

ASSILT, nei limiti di quanto indicato per ogni singola prestazione nel presente Testo Unico Normativo, nonché in coerenza con quanto previsto dal S.S.N., rimborsa le seguenti prestazioni sanitarie eseguite nell'ambito dell’Unione Europea, in Svizzera, nello Stato della Città del Vaticano, e nei Paesi della ex-Jugoslavia (Stati indipendenti di Croazia, Bosnia Erzegovina, Macedonia, Repubblica di Serbia e di Montenegro):
- visite mediche specialistiche ed eventuali accertamenti eseguiti nell'ambito della visita stessa;
- interventi chirurgici;
- prestazioni odontoiatriche.
Per l’esecuzione di tali prestazioni sanitarie ASSILT non riconosce contributi per le spese di viaggio e pernottamento sostenute dai soci. ASSILT rimborsa le spese sanitarie sostenute nella Repubblica di San Marino con le stesse modalità applicate al territorio italiano.
ASSILT nei limiti della presente normativa rimborsa tutte le prestazioni sanitarie eseguite all'Estero ai soci dipendenti ivi operanti per conto delle Società associate.
Qualora motivate esigenze di carattere sanitario - preventivamente autorizzate dal Consulente Sanitario Nazionale - indichino la necessità di prestazioni sanitarie presso una struttura di eccellenza estera, ASSILT riconoscerà contributi secondo la propria normativa.
La documentazione sanitaria e di spesa dovrà essere sempre accompagnata da una traduzione in italiano:
- a cura del socio, e da lui sottoscritta, in caso di lingua inglese, francese, tedesco o spagnolo;
- da una traduzione giurata per le altre lingue.

1 commento:

Unknown ha detto...

Sarebbe opportuno riconoscere gli importi del tariffario per eventi sopravvenuti in tutto il mondo, come per le trasferte di lavoro, mentre gli associati non in trasferta sono confinati a viaggiare nei soli stati previsti in normativa per usufruire delle garanzie.
Trattasi di assicurazione che nell'ambito dell'Europa si assume correttamente il rischio per 365 gg all'anno, analogamente dovrebbe assumersi anche il rischio per viaggi in tutto il mondo per mantenere la stessa copertura temporale (365 gg).