27 novembre 2018

odontoiatria, fatture d'acconto e saldo: domande e risposte

pubblichiamo due recenti quesiti, pervenuti tramite il modulo di contatto, e le nostre risposte.

D1:"ho due fatture per lo stesso trattamento odontoiatrico (una per un anticipo dato al dentista e l'altra a saldo. Con un unico modello odontoiatrico che riassume tutto il lavoro fatto.. domanda: quante domande di rimborso devo fare ??? una per ogni fattura con la cifra indicata  e spedendo lo stesso modello di prestazioni per tutte e due ? o una sola ?"
R1: è possibile utilizzare un unico modello riportando i dati delle due fatture e trasmettendole insieme al modello odontoiatrico, compilato dal dentista, dove nell'ultima pagina dovranno essere citati gli estremi delle due fatture.

D2:"ho fatto compilare il modello odontoiatrico Assilt dal mio dentista in data 03/04/2018.
Ho versato degli acconti con relative fatture durante il 2018. Siccome il dentista, forse non riuscirà a completare il lavoro nel 2018, la fattura a saldo verrà fatta 2019.
Posso mandare sia il modello odontoiatrico che le fatture d'acconto del 2018 insieme alla fattura di saldo nel 2019?" 
R2la risposta è si, come esplicitamente previsto dalla normativa Assilt. E' possibile inviare un unico modello inserendo gli estremi della fattura a saldo e l'importo totale della spesa sostenuta. Sarà quindi possibile trasmettere con una sola richiesta tutte le fatture e il modello odontoiatrico compilato dal dentista, sul quale nell'ultima pagina dovranno essere riportati gli estremi di tutte le fatture.

16 novembre 2018

area personale Assilt: ripristinata la funzione "le mie impostazioni"


Ricordiamo che entrando in "area personale" e selezionando "le mie impostazioni" ci sono dati che dobbiamo controllare e aggiornare quali i propri recapiti (indirizzo, telefono, e-mail), le coordinate bancarie per gli accrediti, copia di comunicazioni Assilt, ecc.

02 novembre 2018

quota associativa forfettaria 2019

Il Consiglio di Amministrazione del 10 ottobre 2018 ha definito la quota forfettaria 2019, pari a 465,00 Euro, valida per tutti coloro che non hanno ancora acquisito il diritto a pensione e le quote forfettarie di iscrizione per i lavoratori che lasceranno il servizio da dicembre 2018 a novembre 2019. 
Per consultare la tabella clicca qui.