15 maggio 2017

dal 1° giugno non è più possibile inviare richieste di rimborso per posta

Come anticipato su Appunti n. 19 di aprile, i soci pensionati, che spediscono per posta le richieste di rimborso, non potranno più farlo a partire dal 1° giugno 2017.
Dovranno trasmettere le richieste e i relativi documenti utilizzando il servizio fax 
al numero 800 844 445, dopo avere compilato il nuovo modulo di accompagnamento, che Assilt ha spedito in questi giorni agli interessati.


P.S.: nessuna variazione per tutti coloro che utilizzano la procedura di compilazione del modello via web, attraverso il portale Assilt, e spediscono i documenti via fax o tramite la funzione di trasmissione diretta (upload).

2 commenti:

giuseppe delli'iaconi ha detto...

io sarei del parere che alle soglie del 2018, anche ASSILT, sopratutto per evitare spese inutili cominci ad abbandonare le comunicazioni a mezzo posta, a meno che non sia strettamente necessario, è inutile che mi invii una comunicazione che il tale mese riceverò il rimborso per la prestazione xxxx, basta una semplice mail, si risparmia carta e spese postali, più il tempo di chi deve gestire tutta la trafila, e poi a qualcuno e mai arrivata prima che il rimborso non sia stato già effettuato???

Andrea ha detto...

Mai. Sempre in grande ritardo, che cestino immediatamente.