21 marzo 2017

modello 730/2017, prepariamo i documenti (2): attestato quota associativa

Il documento che attesta l'ammontare delle "quote associative pagate nel 2016" è stato predisposto e ci arriverà per posta. Se abbiamo urgenza di ottenerlo, informiamo che da qualche giorno è possibile prelevarlo entrando in "area personale", "le mie impostazioni", "comunicazioni".
Dovrebbe essere ormai noto a tutti, ma non ci stancheremo di ripeterlo ogni anno: la quota associativa è un onere deducibile!
Gli oneri deducibili riducono il reddito lordo e pertanto danno diritto al rimborso di una percentuale pari all'aliquota massima applicata al nostro imponibile (27% da 15.000 a 28.000 Euro, 38% per i redditi da 28.000 a 55.000 Euro). Significa che su una quota associativa annua di 470,00 Euro otterremo un abbuono di circa 127,00 Euro e di conseguenza un costo reale di 343,00 Euro.
Uno sconto Irpef sicuramente più consistente rispetto a quello fisso del 19% previsto per le spese detraibili, come quelle sanitarie.

per altre informazioni sull'argomento visita la nostra pagina dedicata: Assilt e fisco

Sono ancora presenti difficoltà di accesso all'area personale causate dal precario funzionamento della procedura di variazione della password. 
Come comunicato da Assilt sul portale, restiamo in attesa della risoluzione dei problemi tecnici.

7 commenti:

Carlo Vercelli ha detto...

E' ormai da una settimana che non si riesce ad accedere al sito. Se non sono in grado di far funzionare il nuovo sistema, si ritorna al vecchio!!

Carlo Vercelli

Anonimo ha detto...

Non è' possibile la Telecom, gestore delle telecomunicazioni Italine e' incapace di far funzionare correttamente il sito dedicato ai propri dipenenti e pensionati.

ochiu' bell ro munn ha detto...

e' da più di dieci giorni che sussistono le difficoltà di accesso all'area personale, mi chiedo se a qualcuno di noi la pratica da inviare scade (i famosi3 mesi) che succede?

sonopensionatoassilt ha detto...

il disservizio persiste ed è abbastanza assurdo che trascorsi 10 giorni non abbiano ancora rimediato. Per le pratiche non ci sono problemi perchè la scadenza è fissata una volta l'anno: a fine febbraio per tutte le fatture rilasciate durante l'anno precedente.

Filippo Sgrò ha detto...

Salve hai colleghi che leggeranno, se' non si toglie di mano a questo PAZZO di PROGGRAMMATORE,anche se' risolvera' in parte e ci credo poco, perche'sicuramente sara' qualcuno che si e' imbarcato in una cosa MOLTO piu' grande delle sue possibilita', magari l'avranno preso in OFFERTA speciale x risparmiare, sara' in grado di risolverlo? Fra quando non si sa', il numero verde poveracci stanno impazzendo, senza attimi di respiro e noi ESAURITI stando ore al telefono senza poter riuscire a contattarli, e dopo? Cosa ci possono dire!Ci danno delle indicazioni che sono errati, o x lo meno che corrispondono alla descrizione di come fare, una cosa e' certa loro dicono che devono salvaguardare i nostri dati, nessuno si e'mai accorto che entrando nel sito diceva NON SICURO? Allora ho lo affidano a una persona competente mandando a quel PAESE questo PAZZO o rischiamo noi e ci accontentiamo del vecchio sistema, che da quando e' nata l'ASSILT web, nessuno ha avuto problemi e ritorniamo al vecchio sistema, se' no' fra 6 mesi ritornera' lo stesso problema, Saluti Filippo Sgro'

Anonimo ha detto...

Sapete indicarmi se la deducibilità della quota associativa è possibile anche in caso di iscritto assist in mobilità? il caf al quale mi sono rivolto per il 730 ha valutato non essere deducibile

Armando Curcuru ha detto...

Assilt classifica i Soci in mobilità come pensionati perchè come da normativa "possono iscriversi, come soci pensionati, gli ex dipendenti già soci al momento della cessazione dal servizio - anche in attuazione di specifici accordi collettivi - con diritto a pensione a carico di una gestione previdenziale obbligatoria o che maturino i requisiti di accesso al trattamento pensionistico nei quattro anni successivi alla cessazione del rapporto di lavoro...". Pur non essendo un fiscalista, ritengo che il contributo associativo sia deducibile. La spiegazione potrebbe essere un'altra e cioè che con il reddito basso da mobilità di solito l'Irpef si compensa con le detrazioni e di conseguenza potresti non avere più capienza per beneficiare di ulteriori deduzioni e detrazioni. Se così fosse il Caaf dovrebbe quantomeno spiegartelo meglio.