21 novembre 2016

Prestazioni ricorrenti: ho diritto al rimborso ?

  Dobbiamo eseguire alcune prestazioni soggette a limitazioni e abbiamo dubbi sulla possibilità di rimborso perché di recente abbiamo fruito di prestazioni analoghe. 
  Sul sito Assilt è disponibile una pagina, entrando in area personale, cliccando su “i miei servizi” e poi su “residuo plafond”: apparirà lo schema che pubblichiamo, sul quale abbiamo inserito solo alcune voci di quelle presenti. Nella colonna "Residuo plafond” il valore corrisponde all'importo massimo rimborsabile nell'arco di tempo previsto. L'altra colonna “Quantità residue plafond” indica la quantità di prestazioni erogabili sempre considerando il periodo previsto. Ricordiamo che per alcune prestazioni è definito un massimale di importo erogabile e per altre un limite quantitativo in un certo arco di tempo (art. 6 del Testo Unico Normativo).
  Per le visite specialistiche è indicato il valore 1: significa che abbiamo già fruito di rimborsi per tre visite e potremo richiederne un altro entro la fine dell’anno. 
  Per le prestazioni odontoiatriche compare invece l'importo di 8.900,00 Euro che indica la disponibilità massima. Evidentemente abbiamo ricevuto contributi per 1.100,00 Euro e dalla data della fattura abbiamo aperto un ciclo temporale mobile di 18 mesi. Discorso analogo per i farmaci (ottenuti rimborsi per 40,00 Euro e disponibilità residua di € 210,00).

  Possiamo affermare che lo schema ci può dare un aiuto, ma andrebbe completato con ulteriori elementi. Ad esempio un breve riferimento normativo per ciascuna voce.
  Ci auguriamo che questa funzione venga migliorata con il preannunciato nuovo sito Assilt.

Nessun commento: