12 marzo 2019

attestato quota associativa

In "area personale", "le mie impostazioni", "comunicazioni", è presente l'attestato Assilt che certifica l'ammontare della "quota associativa pagata nel 2018". 
E' possibile stamparlo o salvarlo cliccando sul simbolo posto sotto la colonna "azioni" .

08 febbraio 2019

04 febbraio 2019

scadenza fatture 2018 da spedire ad Assilt

Giovedì 28 febbraio 2019 è l'ultimo giorno utile per la spedizione dei documenti di spesa emessi nel 2018.
Purtroppo capita ogni anno che qualcuno se ne dimentichi e perda definitivamente il diritto al rimborso.

Per favore fate girare!

Eventuali fatture emesse nel 2018, rilasciate come acconto per prestazioni odontoiatriche, sono escluse da tale obbligo perché potranno essere spedite insieme alla fattura, rilasciata a saldo, emessa nel 2019.

11 gennaio 2019

nuovo Testo Unico Assilt 2019

Assilt ha pubblicato sul proprio sito il Testo Unico 2019 e allegati. 
Abbiamo riscontrato una diversa impostazione del documento che è stato suddiviso in tre Titoli e, all'interno di ciascuno, i rispettivi articoli che hanno un'unica sequenza:
Titolo 1 - Dell'adesione all'Associazione (articoli da n. 1 a 12);
Titolo 2 - Prestazioni sanitarie (articoli da n. 13 a 65);
Titolo 3 - Altre disposizioni (da n. 66 a 77).
All'interno del Titolo 2 sono riportate tutte le prestazioni erogabili, dall'art. 13 al 37 vengono elencate quelle che non hanno necessità di autorizzazione, dall'art. 38 al n. 65 quelle soggette a benestare da parte della linea sanitaria.
In altre disposizioni, all'art. 66 "Spese Logistiche" è presente la normativa che nel Testo precedente era definita "spese di viaggio e pernottamento per gravi patologie".
Ricordiamo che la nuova normativa è entrata in vigore il 1° gennaio 2019 e per l'applicazione fa fede la data di fattura. Sul Blog, nella colonna a destra, abbiamo inserito copia dei nuovi documenti

27 dicembre 2018

la fattura elettronica è esclusa per le prestazioni sanitarie

La fatturazione elettronica, obbligatoria tra privati e verso i consumatori, entrerà in vigore dal 1° gennaio 2019.
Nulla cambia, almeno nella fase iniziale, per le fatture che riguardano le prestazioni sanitarie.
In un primo momento 
erano stati esclusi, dall'obbligo di fatturazione elettronica verso i consumatori, i medici e le farmacie. Con provvedimento del Garante della Privacy del 20 dicembre 2018 sono stati esclusi tutti  i soggetti che erogano prestazioni sanitarie.
Rimangono invariati gli obblighi di legge, a carico degli operatori sanitari e dei Fondi Sanitari Integrativi, per la trasmissione dei dati al sistema "tessera sanitaria". Ricordiamo che tale procedura consente all'Agenzia delle Entrate di mettere a disposizione del cittadino i dati ricevuti nell'apposita sezione della dichiarazione dei redditi recante l'importo delle spese sanitarie sostenute e rimborsate ai fini delle detrazioni Irpef.

19 dicembre 2018

Sospensione servizio telefonico e sportello fisico


Apprendiamo con soddisfazione che quest'anno non ci sarà una chiusura totale dei servizi e riportiamo quanto comunicato da Assilt. Variazioni durante il periodo festivo:
- numero verde 800462462:
nei giorni 27, 28 dicembre 2018 e 2, 3, 4 gennaio 2019 il servizio di risposta telefonica con operatore resterà attivo solo su prenotazione (nella fascia oraria 9.30 - 12.30, seguendo le indicazioni per l'opzione 2 ed eseguita la prenotazione, il Socio sarà richiamato entro due giorni lavorativi).
- sportelli fisici:
chiusura dal giorno 24 dicembre 2018 al 4 gennaio 2019. 

14 dicembre 2018

quota associativa 2019

Sono in arrivo le comunicazioni Assilt per il pagamento della quota 2019 secondo le modalità prescelte. 
La scadenza della prima rata è fissata al 15 gennaio, mentre rimangono invariate le successive (seconda il 31 marzo, terza il 30 giugno, quarta e ultima rata il 30 settembre).
Entrando in "area personale", "le mie impostazioni", selezionando "comunicazioni" è disponibile copia della lettera spedita da Assilt, compresi i bollettini per coloro che pagano attraverso Poste Italiane.
Ricordiamo che il contributo annuo è pari all'1,70% sull'importo annuo lordo di pensione, mentre per gli iscritti in attesa di pensione il contributo è in quota fissa e per il 2019 è di Euro 465,00.

27 novembre 2018

odontoiatria, fatture d'acconto e saldo: domande e risposte

pubblichiamo due recenti quesiti, pervenuti tramite il modulo di contatto, e le nostre risposte.

D1:"ho due fatture per lo stesso trattamento odontoiatrico (una per un anticipo dato al dentista e l'altra a saldo. Con un unico modello odontoiatrico che riassume tutto il lavoro fatto.. domanda: quante domande di rimborso devo fare ??? una per ogni fattura con la cifra indicata  e spedendo lo stesso modello di prestazioni per tutte e due ? o una sola ?"
R1: è possibile utilizzare un unico modello riportando i dati delle due fatture e trasmettendole insieme al modello odontoiatrico, compilato dal dentista, dove nell'ultima pagina dovranno essere citati gli estremi delle due fatture.

D2:"ho fatto compilare il modello odontoiatrico Assilt dal mio dentista in data 03/04/2018.
Ho versato degli acconti con relative fatture durante il 2018. Siccome il dentista, forse non riuscirà a completare il lavoro nel 2018, la fattura a saldo verrà fatta 2019.
Posso mandare sia il modello odontoiatrico che le fatture d'acconto del 2018 insieme alla fattura di saldo nel 2019?" 
R2la risposta è si, come esplicitamente previsto dalla normativa Assilt. E' possibile inviare un unico modello inserendo gli estremi della fattura a saldo e l'importo totale della spesa sostenuta. Sarà quindi possibile trasmettere con una sola richiesta tutte le fatture e il modello odontoiatrico compilato dal dentista, sul quale nell'ultima pagina dovranno essere riportati gli estremi di tutte le fatture.

16 novembre 2018

area personale Assilt: ripristinata la funzione "le mie impostazioni"


Ricordiamo che entrando in "area personale" e selezionando "le mie impostazioni" ci sono dati che dobbiamo controllare e aggiornare quali i propri recapiti (indirizzo, telefono, e-mail), le coordinate bancarie per gli accrediti, copia di comunicazioni Assilt, ecc.

02 novembre 2018

quota associativa forfettaria 2019

Il Consiglio di Amministrazione del 10 ottobre 2018 ha definito la quota forfettaria 2019, pari a 465,00 Euro, valida per tutti coloro che non hanno ancora acquisito il diritto a pensione e le quote forfettarie di iscrizione per i lavoratori che lasceranno il servizio da dicembre 2018 a novembre 2019. 
Per consultare la tabella clicca qui.

28 settembre 2018

nuova guida sulle agevolazioni fiscali per le spese sanitarie

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato, qualche giorno fa, una nuova guida sulle agevolazioni fiscali per spese sanitarie.
Un utile documento che le riepiloga tutte, fornisce i chiarimenti necessari e riporta le novità 2018 come l'introduzione degli alimenti speciali.


Per leggerla o scaricarla clicca qui

13 settembre 2018

isopensione e iscrizione Assilt

Invitiamo i colleghi interessati, già iscritti come dipendenti, a non dimenticare il rinnovo dell'iscrizione Assilt e che tale opportunità scade dopo 12 mesi dalla data di acquisizione del diritto.
Coloro che sottoscrivono accordi di prepensionamento e desiderano proseguire il rapporto associativo, con garanzia di continuità delle prestazioni e senza necessità di fare altra richiesta, debbono chiedere all'interlocutore aziendale la sottoscrizione dell'apposito modello e l'inserimento di tale opzione in procedura. Questo passaggio consentirà il pagamento della prima quota associativa Assilt sul foglio paga di liquidazione del TFR e la conseguente iscrizione in qualità di pensionato.
Se ciò non avviene l'iscrizione potrà essere formalizzata in una fase successiva, a cura del collega online attraverso il portale Assilt, ma con diritto alle prestazioni dal mese successivo al pagamento della quota associativa. Trascorsi 12 mesi non sarà più possibile iscriversi.

03 settembre 2018

familiari a carico

Avvisiamo tutti coloro che non hanno ancora completato la procedura di conferma che i familiari interessati sono "sospesi". Di conseguenza è importante verificare su "le mie impostazioni", "nucleo familiare" e procedere con la variazione se necessario.

Per ulteriori informazioni sulla procedura da seguire clicca qui per leggere il nostro post del 4 giugno.